Cantiere di idee per Bambini e Genitori, Carta e cartone, Giochi in casa, Iniziative ed eventi, Le "nostre" creazioni, Oggetti da riciclare, Progetti in Cartone

Stazione Spaziale Internazionale in arrivo!

Sin da piccolo Andrea ha mostrato un particolare interesse per lo spazio, le stelle ed i pianeti. Oggi ha quasi 8 anni e non perde occasione per chiedermi di andare all’Osservatorio Astronomico di Righi per ascoltare fiabe e racconti sulle costellazioni ed i pianeti. La settimana scorsa siamo stati subito attratti da “Special Near Space” in Orbita sulla Stazione Spaziale Internazionale e osservazione del suo passaggio. Vi mostro una immagine tratta da internet dal sito http://m.esa.int/ESA

Non abbiamo esitato un secondo, non conosciamo le stazioni spaziali e quale occasione migliore per andare a scoprire come è fatta, chi l’ha costruita e perchè, come vivono gli astronauti al suo interno e perché sono lì.

Vi posso assicurare che non solo la nostra famiglia ma anche le altre presenti sono rimaste affascinate dal racconto e dalle curiosità mostrate e poi, vederla passare dal vivo sopra la nostra testa è stata una esperienza davvero emozionante. Ah proposito! è possibile sapere in tempo reale dove si trova in questo momento nello spazio visitando il sito: www.denebofficial.com

Per giorni non abbiamo fatto altro che parlare di questa stazione spaziale guardando anche altri video di approfondimento, finché arriva la fatidica richiesta: “Mamma ne costruiamo una?” devo ammettere che ho risposto subito “SI!”

E come siamo soliti fare si parte sempre da un progetto e quindi in contemporanea la disegniamo:

Quanti pezzi!!! Ma non ci arrendiamo!

Dopo aver individuato e scelto  il materiale con cui realizzarla (ovviamente tutto di riciclo e quasi totalmente di cartone!) iniziamo con una la base che sarà una striscia di cartone rettangolare  su cui decidiamo di incollare i pannelli solari.

pannelli solari sono molto importanti perché forniscono alla stazione spaziale tutta l’energia elettrica necessaria per poter fare gli esperimenti scientifici.

Sono 8 rettangoli posizionati in modo equidistante, ritagliamo, coloriamo e incolliamo.

Utilizzare le squadrette lo fa sentire grande 🙂 e prendere le misure ancora di piu’!

Quelli centrali decidiamo di realizzarli applicando dei quadratini sopra per renderlo più realistico e incollando anche qualche pezzo di carta di alluminio (domopack).

Il modulo Italiano lo ha divertito particolarmente perché i pannelli sono come eliche e ovviamente le ha volute rotanti quindi qui abbiamo utilizzato un tappo di sughero e una vite sfilettata che con l’aiuto di papà abbiamo incastrato nel tappo.

Il modulo Russo lo abbiamo realizzato con un rotolo di scottex ed è a questo che si aggancia quello italiano. Incolliamo i pezzi così prende forma.

Infine realizziamo con rotolo di scottex e rotolo di carta  il modulo Giapponese molto importante perché qui si realizzano gli esperimenti.

Adesso un po’ di colore argento e oro e qualche astronauta e poi si gioca!

Ci siamo impegnati tanto ma anche appassionati perché abbiamo imparato tante cose ma ne è valsa la pena! Alzate gli occhi in cielo che stiamo per passare, siamo in orbita!